Vacanze Siciliane, vivi l’isola di Ortigia

Se vieni in Sicilia e non vieni a respirare l’aria di Ortigia non puoi dire di essere stato in Sicilia. Ogni centimetro di quest’isoletta merita una visita. Quindi strappate le vostre mappe, riponete le guide negli zaini, prendete la reflex, attraversate uno dei ponti che collegano Ortigia a Siracusa e cominciate a vagare. Concedetevi tutto il tempo che vi serve e state tranquilli che, anche senza mappa, non vi perderete. Siete su un’isola; basta percorrere il lungomare per ritornare al punto di partenza. Vacanze Siciliane, vivi l’isola di Ortigia

Facciamo un po’ di chiarezza. Ortigia è un isolotto della Sicilia sudorientale, su cui sorge la parte più antica della città di Siracusa. Rappresenta il centro storico della città ed è collegata alla terraferma da tre ponti. La Storia dell’isola è molto interessante e l’impronta greca è ancora oggi presente in molti monumenti. In epoca greca Ortigia fu il centro politico e religioso della città. I Greci costruirono numerosi templi (in parte ancora visibili) quali ad esempio l’Artemision e l’Athenaion (l’attuale Duomo di Siracusa) e numerosi palazzi. Distrutta in parte dal terribile terremoto del 1693 venne ricostruita secondo i canoni del barocco. Questa commistione di stili, greco e barocco, rende l’isola unica. L’isola fu progressivamente abbandonata durante gli anni ’70 e ’90 e ciò provocò un ventennio di degrado. Fortunatamente nell’ultimo decennio tutti i palazzi più importanti e le chiese più belle sono state sottoposte a restauro e l’isola è tornata a splendere. C’è ancora molto da fare ma la strada sembra spianata.

Cosa visitare ad Ortigia? Vacanze Siciliane, vivi l’isola di Ortigia

Ogni centimetro merita il vostro tempo

Percorrendo tutto il lungomare si arriva al Castello Maniace. A difesa del porto naturale di Ortigia il comandante bizantino Giorgio Maniace fece costruire nel 1038 un forte, che venne poi trasformato in castello da Federico II di Svevia. Il mio consiglio è quello di salire in alto ed ammirare il panorama. Vedere Ortigia da questa visuale non ha prezzo. Visitare il Tempio di apollo di giorno e di notte, il magnifico Duomo un tempio greco con facciata Barocca che narra 2.500 anni di storia e la sua piazza di una forma particolarissima. Ancora il mercato dove tuto fa spettacolo se poi amate il pesce impazzirete un vero paradiso tra Pesce spada, tonno, scampi, gamberi, ricci, orate, spigole, polpi e tutto quello che desiderate lo trovate steso sui banconi, pronto per essere cucinato e all’improvviso i venditori possono sorprendervi verso mezzogiorno da dietro i banconi escono chitarre mandolini marranzani e via con la musica in un turbinio di suggestioni e colori siculo mediterranei. Poi La marina con i suoi mega-yacht, la passeggiata il mare balneabile e tanto altro

Poi la notte

Ortigia la notte si trasforma. Dimenticate la calma che avete incontrato durante il giorno perché qua si trovano i pub, i night, i ristoranti, le trattorie più “cool” di Siracusa. Come potete ben immaginare durante il weekend è difficile anche passeggiare ma troverete sicuramente vie solitarie e tranquille dove passare la serata senza troppo stress.