Novità nel settore
immobiliare

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto
legislativo in materia di crisi di impresa e dell’insolvenza (n. 14/2019),
arrivano alcune novità di interesse per il settore immobiliare, in tema di
contratti preliminari e di tutela degli acquirenti di immobili da costruire, a
partire da metà marzo 2019.

Il provvedimento modifica il decreto legislativo n. 122 del
2005, allo scopo di rafforzare le tutele finora previste in favore degli
acquirenti di tale genere di immobili. Ciò che costituisce un cambiamento
epocale.

Si prevede infatti che il contratto preliminare e ogni altro
contratto comunque diretto al successivo acquisto della proprietà o di altro
diritto reale sugli immobili oggetto del d.lgs. n. 122/2005 siano “stipulati
per atto pubblico o per scrittura privata autenticata”. Quindi niente più
scritture private “tout court” ma si va tutti insieme dal notaio, il quale avrà
l’obbligo di verificare la compatibilità degli accordi delle parti con la legge
che tutela gli acquirenti delle case in corso di costruzione. 

Inoltre, viene anche stabilito che la mancata consegna della
polizza decennale postuma (e non più solo, quindi, il verificarsi di una
situazione di crisi del venditore) sia motivo di escussione della fideiussione
prestata dal costruttore a garanzia delle somme riscosse, nonché di nullità del
contratto (“che può essere fatta valere solo dall’acquirente”). Inoltre, si
dispone che, con successivi decreti ministeriali, vengano definiti i modelli
standard di fideiussione e della polizza di assicurazione. Si prescrive che
degli estremi della polizza assicurativa, così come della sua conformità ai
requisiti standard, venga fatta menzione nell’atto di trasferimento dell’immobile.

A mio modo di vedere c’è il rischio concreto di un blocco
del mercato immobiliare del nuovo; in quanto le imprese costruttrici, per
esperienza diretta, stentano a reperire sul mercato enti disposti ad assumersi
il rischio delle polizze in garanzia previste dalla legge.

Da notare infine che: l’entrata in vigore della stessa legge
prevede, che gli atti siano stipulati con polizze che contengano requisiti
standard, non ancora emanati: come si farà a stipulare nel frattempo? 

Vediamo cosa succederà!   

Clicca qui per trovare l’appartamento di nuova costruzione che fa per te

Clicca qui per trovare la villa di nuova costruzione che fa per te