Caari lettori vediamo nel dettaglio come comunicare la cessione del credito relativa al superbonus del 110%.

La comunicazione
di cessione del credito
per i bonus casa ed 
peri lavori sulle singole unità, deve essere inviata dal beneficiario
della detrazione o da un intermediario abilitato.

Diverse le regole per la cessione
dell’ecobonus
110%
. In tal caso, a trasmettere il modulo telematico è
esclusivamente il soggetto che ha rilasciato il visto
di conformità
.

Per i lavori sulle parti comuni del condominio
rientranti nei bonus ordinari, ad inviare la comunicazione sarà
l’amministratore, direttamente o tramite un intermediario. Nel caso di
condominio senza amministratore, l’invio dovrà essere effettuato da uno dei
condòmini appositamente incaricato.

Nel caso di lavori sulle parti comuni del
condominio
ammessi al superbonus del 110%, la comunicazione può
essere inviata:

  • dal soggetto che rilascia il visto di conformità;
    (asseveratore)
  • dall’amministratore di condominio, direttamente o
    tramite un intermediario.

Per i lavori di cui all’ecobonus del 110%, le modalità
di comunicazione dell’opzione per la cessione del credito si “complicano” nel caso
di condominio minimo, senza obbligo di amministratore.

Dovrà inviare il modello all’Agenzia delle Entrate uno
dei condòmini appositamente incaricato. Il soggetto che rilascia il visto di
conformità, tramite l’area riservata disponibile sul sito dell’Agenzia delle
Entrate, dovrà però verificare e validare i dati relativi al visto e alle
asseverazioni ed attestazioni necessarie per i lavori di riqualificazione
energetica ed adeguamento antisismico.

Prima di comunicare di voler cedere
il credito d’imposta spettante, il contribuente o il condominio che intende
accedere all’ecobonus del 110% dovrà inviare l’asseverazione all’ENEA,
tramite il tecnico asseveratore, il general contractor, il tecnico abilitato o la
società apposita che si occupa di coordinare tutti i lavori.

Come specificato dall’Agenzia delle Entrate, per i
lavori di isolamento termico degli edifici, per la sostituzione della caldaia
in condominio così come in edifici unifamiliari, così come per gli ulteriori
lavori “trainati” di riqualificazione energetica
ammessi al superbonus del
110% (commi 1, 2 e 3 articolo 119 del decreto Rilancio), la comunicazione
per la cessione del credito
dovrà essere preceduta dalla trasmissione
dell’asseverazione
sul rispetto dei requisiti e della congruità delle spese
inviata dal tecnico abilitato.

Si potrà comunicare di voler cedere il credito
d’imposta dal quinto giorno successivo
al rilascio della ricevuta di
avvenuta trasmissione dell’asseverazioni dell’Enea.

L’ENEA dovrà trasmettere all’Agenzia
delle Entrate i dati sintetici ivi contenuti, e sulla base dei dati ricevuti
l’Agenzia delle entrate verifica l’esistenza dell’asseverazione indicata nella
comunicazione, pena lo scarto della stessa.

Attenzione:

Dopo l’invio della comunicazione per la cessione del credito, è rilasciata entro 5 giorni una ricevuta di presa in carico o scarto (in tal caso, con l’indicazione dei motivi).

Vi lasciamo il link per scaricare il modulo dell’agenzia delle Entrate per la comunicazione della cessione del credito. Modulo.pdf

La ricevuta viene messa a disposizione del soggetto che ha trasmesso la comunicazione, quindi il professionista che ha apposto il visto di conformità, l’amministratore o il condòmino incaricato, nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

Nella nostra agenzia siamo convenzionati con gruppi Italiani ed esteri
pronti alla cessione del credito.

Siamo professionisti del settore già pronti e preparati per attuare ed avviare la tua pratica, dopo una consulenza attenta e professionale.

Risponderemo ai tuoi dubbi e ti aiuteremo ad avviare tutte le procedure in
maniera corretta e veloce per richiedere il tuo bonus del 110%

Chiama ora al numero 0931 \ 461760